Formazione Preposti

PSC, POS, PSS, FASCICOLO DELL'OPERA

PSC, POS, PSS, FASCICOLO DELL'OPERA

24 Maggio 2017 08:00

(Salva su calendario)

TREVISO - AQUARIUS CONSULTING

PSC, POS, PSS, FASCICOLO DELL'OPERA (8h)

La sicurezza nei cantieri temporanei e mobili e' normata dal Titolo IV del D.Lgs. 81/08, che ha recepito, oltre al D.Lgs. 494/96, un insieme sistematico di leggi e decreti che da oltre 50 anni, sono state il punto di riferimento del sistema legislativo nazionale in materia di tutela della sicurezza e la salute dei lavoratori.

I piu' importanti documenti connessi all'€™attivita' lavorativa presso i cantieri temporanei e mobili, prescritti dalla normativa, sono il Piano di Sicurezza e Coordinamento (PSC) e il Piano Operativo di Sicurezza (POS).

Previsto in tutti i cantieri in cui si attenda la presenza di piu' imprese anche non contemporanea, il PSC e' il documento piu' importante per la sicurezza di un cantiere temporaneo o mobile ed e' finalizzato all'individuazione, l'analisi e la valutazione dei rischi, e le conseguenti procedure, gli apprestamenti e le attrezzature atti a garantire, per tutta la durata dei lavori, il rispetto delle norme per la prevenzione degli infortuni e la tutela della salute dei lavoratori (art. 100 del D.Lgs. 81/08).

I contenuti minimi del PSC sono individuati nell'€™allegato XV del D.Lgs. 81/08.

Prima di iniziare le attivita' operative in un cantiere temporaneo o mobile, il Datore di Lavoro dell'€™impresa affidataria e di ciascuna impresa esecutrice deve redigere il POS.

Il POS, i cui contenuti minimi sono individuati nell'€™allegato XV del D.Lgs. 81/08, rappresenta il dettaglio della valutazione dei rischi per le attivita' che si prevede di eseguire in un cantiere edile ed e' uno tra gli obblighi non delegabili del Datore di Lavoro, ai sensi degli artt. 17 e 96 del D.Lgs. 81/08.

Nel documento devono essere tenuti in considerazione non solo le misure di prevenzione e protezione adottate per ridurre i rischi specifici connessi con l'attivita' da svolgere nel cantiere, ma anche di tutte le misure di prevenzione e di protezione individuate a prescritte nel PSC per ridurre i rischi interferenti derivanti dalla contemporanea presenza sia spaziale che temporale di piu' imprese nel medesimo cantiere.

Il Decreto Interministeriale 9/9/14 ha dato indicazioni in merito ai cosiddetti modelli semplificati di PSC, POS, PSS e FO (Fascicolo dell'€™Opera) definendo cosi' degli standard di riferimento per l'elaborazione di questi documenti sulla sicurezza dei cantieri.
Contenuti:
- I contenuti minimi e i criteri metodologici per l'elaborazione di PSC, POS, PSS e del Fascicolo dell'€™Opera.
- Il Piano di sicurezza e coordinamento. Analisi specifica dell'articolo 100 del D. Lgs. n. 81/2008 e dell'allegato XV sui contenuti minimi del PSC.
- Il Piano operativo di sicurezza. Definizione, contenuti minimi, collegamento con gli artt. 17 e 28 del D. Lgs. n. 81/2008.
- Il Piano Sostitutivo di Sicurezza.
- Il D.I. 9/9/14 e i Modelli Semplificati del PSC, PSS, POS e Fascicolo dell'€™Opera
- Il Fascicolo dell'€™Opera
- La Stima dei Costi della Sicurezza.
- La normativa regionale nelle misure di sicurezza da predisporre negli edifici durante i lavori in quota (C.R. 61/85)
- Esempi di redazione di Piani di Sicurezza Coordinamento.
- Esempi di redazione di Piani Operativi di Sicurezza.
- Esempi di Calcolo dei Costi della Sicurezza.
- Il Fascicolo con le caratteristiche dell'Opera previsto dall'allegato XVI.
- Esempi di redazione del Fascicolo dell'Opera.