Blog

SISTRI: la rinascita

Il Sistri, sistema di tracciamento digitale dei rifiuti speciali e pericolosi, rinasce dopo che la manovra correttiva di Ferragosto lo aveva abrogato tout court con i commi c) e d) dell'articolo 6 del decreto 12 agosto 2011.

La Commissione Bilancio del Senato ha approvato, con il consenso generale di tutte le forze politiche, un emendamento al DL 138 del 13 agosto che ripristina il sistema.

I nuovi commi 2 e 3 dell'art.6 prorogano la piena operatività del Sistri al 9 febbraio 2012, e la subordinano ad una verifica tecnica delle componenti software e hardware, in collaborazione con le associazioni di categoria maggiormente rappresentative ed a test di funzionamento con l'obiettivo della più ampia partecipazione degli utenti. ancora più distante nel tempo l'applicazione del sistema alle aziende che producono rifiuti pericolosi ma che hanno non più di 10 dipendenti. In questo caso, la data di avvio del Sistri non potrà precedere il 1 giugno 2012 e sarà stabilita da un successivo decreto del Ministero dell'Ambiente.

Entro novanta giorni dall'entrata in vigore della legge, dovrà essere emanato un decreto ministeriale che individui specifiche tipologie di rifiuti, alle quali, in considerazione della quantità e dell'assenza di specifiche caratteristiche di criticità ambientale, sono applicate, ai fini del sistema di controllo di tracciabilità dei rifiuti, le procedure previste per i rifiuti speciali non pericolosi.

E' bene sottolineare che tali disposizioni entreranno in vigore con la conversione in legge del decreto e solo se il relativo emendamento sarà approvato in via definitiva.

7 Settembre 2011

 


 

 


Vota:
Corso per addetti antincendio in attività a rischi...
Cancellato il SISTRI

Forse potrebbero interessarti anche questi articoli